Centinaia di persone, avventori di un bar torinese più volte multato ma che da ottobre 2020 non ha mai chiuso, continuando a servire colazioni e aperitivi. “Nonostante le visite delle forze dell’ordine e le pressioni di alcuni cittadini, che l’hanno tacciata di essere un’untrice”, spiega uno dei frequentatori del bar “La Tortiera” di proprietà della signora Rosanna, a Chivasso. Sui social sono molte le immagini del bar negazionista, dove clienti e personale non indossa la mascherina né fa uso di gel per le mani. “Magari leggete su qualche giornale che siamo stati chiusi, invece siamo tutti qui”, grida un altro cliente in uno dei tanti video postati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Valsusa, ferita una attivista negli scontri tra polizia e no tav. I manifestanti: “Colpita da lacrimogeno ad altezza uomo”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, i dati: nelle ultime 24 ore 12.694 contagi e 251 morti. Calano ancora ricoverati e intensive

next