Un uomo di 73 anni ha soffocato con un cuscino la moglie di 68 anni, costituendosi poi ai carabinieri. Il marito ha spiegato ai militari che la causa del gesto è stata la grave malattia degenerativa della moglie, che a suo dire l’aveva ridotta in uno stato che non riusciva a sopportare. Attualmente, il 73enne si trova agli arresti domiciliari.

È stato lo stesso uomo a chiamare i carabinieri al 112 per comunicare loro quanto aveva fatto. I militari di Sassuolo sono intervenuti nell’abitazione verso le 4.45: l’uomo è stato condotto in caserma e poi messo in stato di arresto. La salma della donna, che era malata da tempo, è stata trasportata al dipartimento di medicina legale per accertamenti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, 36enne disoccupato uccide la madre con una fiocina e poi dà fuoco all’appartamento

next