Nella serata di ieri lunedì 12 aprile è morto all’età di 73 anni il doppiatore Ernesto Brancucci, noto anche con lo pseudonimo di “Ermavilo”, da cui prende il nome la scuola di doppiaggio cantato di Roma. A darne la notizia è stata la figlia Lorena su Facebook, scrivendo: “Carissimi amici, è con il cuore in pezzi che mi trovo costretta ad annunciare che il mio amatissimo papà ci ha lasciati [..]”.

La voce di Ermavilo è stata nel corso degli anni associata a quella di tantissimi personaggi del mondo Disney. Tra le più note quella di Pumbaa ne “Il Re Leone” e Dodger in “Oliver & company”. Ma non solo, nella sua vita ha ricoperto infatti anche il ruolo di sceneggiatore e curatore. A lui è dovuta, ad esempio, la canzone “Il mondo è mio“, colonna sonora del film di Aladdin. Come scritto dalla stessa figlia, “i funerali si terranno in forma privata, per evitare di mettere a rischio l’incolumità di chiunque, ma con la promessa che, non appena i rischi di contagio saranno azzerati, il ‘Maestro di tutti‘ verrà onorato come merita, con una cerimonia che permetta a chiunque l’abbia amato di dimostrargli il proprio affetto” .

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Milano, manifesti con Barbie che instiga al suicidio: l'”opera” degli street artist Hogre e DoubleWhy rimossa dopo le proteste

next
Articolo Successivo

Max Gazzè: “Voglio ripartire con i live, si può fare” (rivedi la diretta)

next