La polizia di Minneapolis ha diffuso il video della bodycam indossata dall’agente che, domenica 11 aprile, ha ucciso con un colpo di pistola un ragazzo nero di 20 anni, Daunte Wright. Il filmato mostra prima i poliziotti mentre arrestano Wright. Il giovane poi tenta poi la fuga, rientrando in auto. A quel punto, le immagini diventano mosse e confuse, ma si sente l’agente che grida “taser, taser” (taser è un dispositivo elettrico che blocca i muscoli di una persona, impedendone i movimenti). La poliziotta però dopo spara un colpo, uccidendo il 20enne. L’agente che ha aperto il fuoco è stata identificata come Kim Potter, che ha alle spalle 26 anni di servizio. La donna è stata messa in congedo amministrativo. I fatti giungono mentre a Minneapolis è in corso il processo al primo dei quattro agenti di polizia coinvolto nella morte di George Floyd, Derek Chauvin

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stati Uniti, sparatoria in un liceo del Tennessee: studente apre il fuoco sulla polizia. Ucciso il ragazzo, ferito un agente

next
Articolo Successivo

L’Australia non compra il vaccino Johnson&Johnson: “È siero vettoriale virale come AstraZeneca”

next