Vaccini per over 80? In Lombardia non c’è stato assolutamente nessun ritardo. La campagna vaccinale ha seguito rigorosamente la disponibilità dei vaccini. Ieri abbiamo ricevuto 250mila dosi di Pfizer, ma fino a ieri pomeriggio abbiamo consumato il 99% delle dosi di vaccino Pfizer a disposizione”. Dopo il caos dei giorni scorsi, con diversi hub vaccinali chiusi per i malfunzionamenti del sistema regionale di prenotazione, il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana nega ritardi sulle somministrazioni agli over80. Lo afferma ai microfoni di Rtl 102.5 annunciando poi il via delle prenotazioni dei vaccini per la fascia anagrafica 70-75 anni e la possibilità di passare in zona arancione da lunedì: “I numeri che stiamo per mandare alla cabina di regia di Roma vanno in questa direzione: l’indice di incidenza, l’Rt, la pressione sugli ospedali sono in lento e graduale miglioramento. Mi auguro che saremo inseriti in zona arancione, ci conto e farò di tutto perché questo accada”.

Circa la possibilità dei vaccini nelle aziende, il politico leghista spiega: “Siamo pronti a iniziare questa fase, che chiaramente potrà iniziare solo quando ci sarà dato il via libera dal governo. Abbiamo raggiunto un accordo con Confindustria, con Confcommercio e con tante associazioni di rappresentanza. E anche il governo ha raggiunto un accordo che va nella nostra stessa direzione. È ovvio che la possibilità di vaccinare autonomamente nelle aziende, come ci ha detto ieri sera in un incontro il generale Figliuolo, avverrà dopo che avremo completato la vaccinazione degli over 60. Ieri – continua – ho incontrato gli esercenti e ho ascoltato le loro richieste che vanno prese in considerazione. Chiedono una maggiore progettualità. Contestano questo continuo altalenare di zone che, cambiando, determinano chiusure e riaperture. Credo sia giunto il momento di porre all’interno di questo ragionamento il buonsenso e la progressività. Non dico di riaprire tutto domani ma gradualmente si può andare verso una normalizzazione che coinciderà con la fine delle vaccinazioni”.

Riguardo all’incontro odierno col presidente del Consiglio, Mario Draghi, Fontana esclude che possano esserci muri opposti dal governo contro la sua richiesta di riaperture: “Dai primi provvedimenti di questo esecutivo e dai primi confronti che abbiamo avuto, ho visto la massima disponibilità al dialogo, all’ascolto delle esigenze dei territori, alla valutazione delle richieste avanzate dalle singole categorie. Io mi auguro, anzi ne sono assolutamente convinto, che quello con Draghi sarà un dialogo costruttivo”.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

IL DISOBBEDIENTE

di Andrea Franzoso 12€ Acquista
Articolo Precedente

Covid, ministra Gelmini: “Alcune riaperture forse già dal 20 aprile, poi soprattutto da maggio”

next
Articolo Successivo

Sedia negata a Von der Leyen, per il deputato forzista Valentini sono “esagerazioni della stampa”. Lorenzin lo contesta in Aula

next