Un nuovo linguaggio stilistico per un nuovo piano di prodotti composto da vetture elettrificate: è questo il messaggio che porta in dote la nuova Lexus LF-Z Electrified, prototipo che introduce concetti di design e tecnologia che vedremo sulle auto della marca negli anni a venire. Entro il 2025, Lexus potrà contare su 20 modelli completamente nuovi o riprogettati, ma tutti elettrici a batteria, ibridi plug-in e ibridi full. La Concept LF-Z Electrified, in particolare, è costruita su una piattaforma dedicata alle vetture a batteria. Inoltre, Lexus riunirà i suoi reparti di tecnologia, design e pianificazione un nuovo polo tecnologico a Shimoyama, in Giappone, a partire dal 2024.

“Mentre adempiamo alla nostra missione sociale di realizzare una società a zero emissioni, continueremo a fornire il divertimento e il piacere che le auto portano, e contribuiremo alla soddisfazione dei nostri clienti e di tutte le persone coinvolte con Lexus” afferma in una nota ufficiale Koji Sato, presidente di Lexus International: “A partire da due nuovi modelli che usciranno quest’anno, continueremo a sviluppare prodotti innovativi che aggiungeranno colore ai diversificati stili di vita dei nostri clienti. Immaginiamo che non vediate l’ora di scoprire il futuro di Lexus con la sua forte volontà di creare la mobilità del futuro”.

La meccanica della LF-Z prevede un motore elettrico per asse – la potenza complessiva è di 544 CV, mentre la coppia motrice è di 700 Nm – in modo da poter contare sulle quattro ruote motrici. L’auto può scattare da 0 a 100 all’ora in 3 secondi e raggiungere una velocità massima di 200 km/h. La vettura è alimentata da un accumulatore da 90 kWh, compatibile con la ricarica rapida a 150 kW ed ha una massa complessiva di 2.100 kg. Autonomia? Circa 600 km omologati.

Lunga 4,88 metri, la LF-Z Electrified si distingue per linee muscolose, con fiancate scolpite che alternano forme concave e convesse, con enormi cerchi di lega e sbalzi ridottissimi. Il passo, di 2,95 metri, promette una grande spaziosità interna, amplificata visivamente dal minimalismo degli interni. A pensare alle necessità dei passeggeri sarà il sistema di bordo parlante, dotato di intelligenza artificiale in grado apprendere e aggiornarsi costantemente. Mentre l’head-up display proietta le principali informazioni di guida sul parabrezza, arricchendole delle info della realtà aumentata. Un trionfo di tecnologia in cui passano quasi in secondo piano comfort come i sedili posteriori con funzione massaggio e le portiere apribili elettricamente.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Toyota GR86, inno al piacere di guidare – FOTO

next