Belen Rodriguez è stata tra le ospiti della puntata del 28 marzo di Domenica In. Dalla sua infanzia, all’arrivo in Italia fino al figlio Santiago nato “da un grande amore con Stefano” (De Martino, ndr), dice Mara Venier. E Belen conferma, commossa: “Non c’è niente di più bello dei figli, quando arrivano solo loro e basta”. Belen racconta che è stato Santiago a “consacrare” il rapporto tra lei e Antonino Spinalbese, dal quale aspetta una figlia, Luna: “I bambini capiscono, poi ci sono dei bambini speciali… Lo so che tutti i figli sono speciali ma lui ha un’intelligenza superiore non perché sia mio… È uguale al padre l’intelligenza l’ha presa da me”, commenta ridendo. Non riesce poi a riprendere il filo del discorso e quando Mara ride, lei: “Che ti ridi?”. Insomma, un’intervista nella quale la showgirl è parsa più emozionata del solito e si è lasciata andare a un pianto a dirotto ascoltando un audio di sua madre. Sui social però, mentre l’intervista va avanti, in molti notano e commentano un particolare, le labbra di Belen. “Quando si è incinta di solito cresce la pancia. A Belen è cresciuto il labbro superiore“, “Ed io che pensavo che alle donne in gravidanza crescessero solo le tette… le labbra onestamente me pare na gran caz*ata“, “‘sto giro Belen ha esagerato con il labbro superiore“, “Scusate ma è un po’ imbarazzante Belen con il suo labbro che non riesce manco a parlare“, “Qualcuno denunci il chirurgo di Belen“. Insomma, le classiche osservazioni che la showgirl giustamente non ama e proprio poche ore fa sui social ha parlato ai suoi haters: “Va di moda rispondere alle critiche in questo meraviglioso mezzo di comunicazione che è Instagram – ha detto in una Instagram story – che è diventato anche abbastanza atroce per la presenza troppo compulsiva degli haters”. Poi, ancora: “Ho postato ieri sera una foto con il mio compagno e ho letto delle cose allucinanti. Prima di tutto è stata criticatissima la mia giacca perché ero coperta. Quindi se mi scopro perché mi scopro, se mi copro perché mi copro, mettiamola che ognuno di veste un po’ come gli pare durante ogni giornata. E questo è un dettaglio. Quello che mi dà più fastidio è leggere “cambi uomini come mutande“. Volevo precisare che io le mutante le cambio abbastanza spesso, più spesso e menomale. Comunque, la mia vita privata, con chi scelgo di stare sono assolutamente affari miei”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Katia Ricciarelli si sfoga: “Non ho ancora ricevuto il vaccino”. Mara Venier: “Chiamatemi Zaia”

next
Articolo Successivo

Enrico Vaime morto, addio all’autore che dettava le battute a Chiari e Villaggio e duettava con Costanzo

next