“Sono un’altra persona e sono felice. Ho perso 40 chili e ho rafforzato il fisico allenandomi da 4 a 7 volte a settimana. Mi sento come sono dentro. Lo percepisco anche sul palco, ho movimenti più fluidi, prima ero distratto da come mi cercavo di coprire. E anche il canto ne risente in positivo”. Dopo l’esordio nel 2019 con il brano “Rose viola“, Ghemon torna per la seconda volta sul palco dell’Ariston e sfoggia un nuovo look, con i capelli ricci e il fisico decisamente asciutto. Negli ultimi anni il cantante è dimagrito molto, cosa che non è passata inosservata: è stato lui stesso a parlarne in un’intervista al Corriere della Sera pubblicata nei giorni scorsi. Un cambiamento considerevole per lui che “fino a qualche anno fa pesava più di 100 chili. Adesso però è dimagrito, sta benissimo. La cucina di mia moglie è un’ottima cucina e la mamma lo ha sempre viziato in tutto e per tutto”, come aveva raccontato suo padre nel 2019 al settimanale DiPiù Tv.

Ghemon si definisce un “transgender musicale“, sospeso tra hip hop e cantautorato. “Tornavo a casa, accendevo la televisione e ci trovavo il cartone animato di Lupin: il samurai alto e muto della banda, Goemon, era quello che mi affascinava di più”, è nato così il nome d’arte di Giovanni Luca Picariello, il ragazzo avellinese classe 1982 che figura tra i ventisei big dell’edizione 2021 del Festival di Sanremo con il suo brano “Momento Perfetto“.

“Il Festival di Sanremo è stato un premio per lui, per le sue sofferenze, e per noi”, aveva spiegato ancora il padre del cantante all’epoca del suo esordio all’Ariston. Alle sue spalle, infatti, Ghemon ha un passato segnato dalla depressione che lo ha colpito nel 2016 e da cui è riuscito a uscire appieno solo dopo la sua partecipazione alla kermesse. “Dopo Sanremo ‘19 cos’è successo d’importante, oltre a dischi e tour, che non ho mai rivelato? Che a Maggio ’19 dopo un lungo percorso (sempre seguito), ho smesso di prendere gli psicofarmaci. Ero io prima, sono io adesso, sempre un percorso è. Prendetevi cura di voi”, ha spiegato lui stesso tempo fa in un post pubblicato su Twitter, lanciando un accorato appello a tutti i suoi fan.

“Mio figlio ha lasciato Milano, la città in cui abita, ed è venuto a stare con noi ad Avellino. Gli abbiamo fatto sentire il nostro affetto, lo abbiamo coccolato. Siamo stati attenti. Poi si è buttato nel lavoro e ha cercato con tutte le sue forze di uscire dalla depressione. Abbiamo potuto dare una mano standogli accanto, abbiamo superato questo problema insieme”, aveva raccontato ancora suo padre Salvatore a DiPiù Tv. Ad aiutarlo a combattere la depressione è stata anche la sua ex fidanzata, la disc jockey Bianca: “Mi portò da suo padre, un celebre neuropsichiatra. E la diagnosi fu che ero depresso”, aveva raccontato Ghemon in un’intervista, spiegando che così aveva iniziato il suo percorso di guarigione. La sua relazione con Bianca è però terminata: oggi è felicemente fidanzato con l’organizzatrice di eventi e stilista Giulia Diana.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sanremo 2021, le pagelle ai look della prima serata: Annalisa bocciatissima(4), Matilda De Angelis a una certa si presenta in pigiama – FOTO

next
Articolo Successivo

Sanremo 2021, le pagelle della prima serata: Renga ha ancora una speranza per salvare la dignità, Fasma vietato ai maggiori di 8 anni

next