Amadeus: voto 8 – Nero, elegantissimo, con papillon. Un inizio sorprendentemente sobrio, con giusto un tocco sparkling dato dai cristalli neri. Ammettiamolo, le sue giacche ci erano mancate. Il conduttore va in crescendo: poi è la volta di una giacca completamente di paillettes. Ma a serata inoltrata, intorno alle 23, ecco comparire una delle sue iconiche giacche cangianti, dall’effetto metallico, modello show in crociera. Tutto by Gai Mattiolo, ovviamente.

Fiorello: voto 9 – Lo showman fa la sua prima discesa dalla scalinata avvolto in un maxi abito alquanto petaloso e kitch: decisamente ad effetto. Fortunatamente poi l’abito di scena sparisce e lascia al posto ad un magistrale completo di Giorgio Armani: uno smoking nero con doppiopetto in velluto effetto matelassé. Il secondo cambio d’abito è coordinato al secondo look di Amadeus: giacca di paillettes ed è subito varietà.

Matilda De Angelis: voto 8 – Modalità bambolina di porcellana. L’attrice sfoggia come primo look un abito di Prada creato appositamente per lei in raso color vinaccia, con scollo generoso impreziosito da un’applicazione di pietre e cristalli e maxi fiocchi sulle spalle. La gonna a palloncino drappeggiata non convince appieno, sarà per la lunghezza in sbieco al polpaccio, ma nel complesso il colore le dona e contrasta il giusto con la sua carnagione chiarissima. Bellissime le scarpe in raso nero con plateau e strass. Stupendo anche il suo secondo abito, sempre Prada: una sottoveste di chiffon nera con ricami in jais, cascate di cristalli neri e dettagli preziosi a contrasto per evidenziare lo scollo e il punto vita, appena accennato. Un look decisamente più sexy e hollywoodiano rispetto al primo, che lascia poi spazio – a mezzanotte passata – ad un completo pigiama style (azzeccatissimo vista l’ora!) in kid mohair grigio impreziosito da ricami floreali, indossato con la camicia aperta su un top nero in tessuto Re-Nylon a vista.

Diodato: voto 7 – Il vincitore di Sanremo 2020 torna sul palco dell’Ariston e si mimetizza tra i due conduttori: anche per lui giacca (destrutturata, firma inconfondibile di Giorgio Armani) impreziosita da cristalli in tono.

Arisa: voto 5- Il tailleur pantalone rosso fuoco di Maison Margiela è sicuramente d’impatto. La giacca a doppiopetto è fortemente strutturata, con maxi spalle rinforzate e bottoni in evidenza in pieno stile anni ’80. Capelli nero corvino raccolti in una specie di tubo metallico in stile samurai, più frangia e ciuffi laterali biondi. Rossetto ultra dark un po’ troppo forte e lunghissime unghie rosse.

Colapesce e Dimartino: voto 5 – Uno in verde acqua e l’altro in lilla (non chiedetemi chi). Non vi ricordano nessuno? Tipo Beyoncé e Jay-Z al Louvre?

Zlatan Ibrahimovic: voto 5 – La sobrietà prima di tutto. Completo di Disquared2 nero lucido con papilon e giusto un piccolo dettaglio sul bavero: una maxi spilla di cristalli con la scritta “Ibra”. Immancabile il codino con capelli ultra laccati. Una via di mezzo tra un cameriere e “Il boss delle cerimonie”.

Alessia Bonari: voto 10 – Bellissima. La giovane infermiera simbolo della lotta di tutto il personale sanitario contro il Covid, è eterea in un raffinatissimo abito bustier nude della collezione Giorgio Armani in organza rosa, ricamato con paillettes e fiori macro di cristalli e baguettes ton sur ton. La sua forza di volontà le illumina il viso, esaltato dall’acconciatura semplice, con i capelli sciolti che le ricadono sulle spalle. Trucco minimale, completa il look solo una collana anch’essa in cristalli.

Francesca Michielin e Fedez: voto 8 – “La coppia più bella del pop”. Lui in Versace, in Miu Miu. Che dire, Francesca conferma il trend della serata: parola chiave “brillare”. Blusa in tulle nero trasparente tempestata di gocce di cristalli su scollo e braccia, abbinata a un pantalone dal taglio maschile. Completo nero con camicia stampata con la classica fantasia Versace invece per Fedez (look già visto, un po’ troppo da matrimonio, ma insomma, sempre apprezzabile).

Loredana Bertè: inclassificabile – Loredana è semplicemente sé stessa. Gli iconici capelli blu adornati da una corona di colorate farfalle di plastica, il classico miniabito di velluto nero, la borsetta a tracolla, i guanti di pizzo e gli stivaletti. E il rossetto fucsia. Che stile, che grinta ma, soprattutto, che voce!

Max Gazzé: voto CHOC – Il cantante si presenta travestito da Leonardo (nel caso ci fossero dubbi se l’è scritto sulla schiena, stile maglia da calciatore). Ma il cappello ricorda un po’ anche quello di Capitan Findus nella storica pubblicità. Per non parlare di Albus Silente. Insomma: un grande booh!

Noemi: voto 7 – Indovinate un po’? Anche lei sfoggia una corazza di cristalli e lustrini. Neanche a farlo apposta. L’abito a sirena arriva nientemeno che dagli archivi di Dolce e Gabbana (2007) e la fascia mettendo in risalto le sue curve e la sua nuova linea (frutto di mesi e mesi di allenamento con il metodo tabata e dieta). Trasparenze soffuse, scollo quadrato con spalline. A stonare, nel complesso, è la sua chioma arancio, che spicca e contrasta con il tono freddo e metallico dell’abito. Sicuramente conquista il colpo d’occhio, ma finisce per distogliere un po’ troppo l’attenzione dal suo viso.

Achille Lauro: voto 5 E non potrebbe essere altrimenti. Aveva promesso uno show e così è stato ma è mancato quel coro di “woow” che ci si aspettava. Achille Lauro in versione glam rock sfoggia una tutina aderentissima sparklin (e te pareva!) con maxi copricapo di piume rosa un po’ faraonico. Zeppone argentate degne dei Kiss, lunghissime unghie posticce dello stesso punto di blu elettrico della parrucca. E, chicca da repertorio, lacrime di finto sangue sul finale. Non vi ricordava un po’ Meryl Streep in Mamma Mia? Insomma, sappiamo che puoi fare molto, ma molto meglio. Stasera ci hai un po’ deluso.

Madame: voto 6 – Niente, anche qui lustrini a profusione. Bastaaaaaaaa! Chicchissimo però il tailleur pantalone by Dior, con giacca con le spalle imbottite anni ’80 (ancora) e camicia trasparente con fascia dello stesso tessuto della giacca, per coprire il seno. Da una cantante con la sua grinta ci aspettavamo qualcosa di più (diverso).

Maneskin: voto 8 – Perfettamente calati nel ruolo delle rockstar, il look studiato per loro dallo stylist di Achille Lauro Nick Ceriani con Etro è decisamente ad effetto. Anche qui non poteva mancare una spruzzata di lustrini (e te pareva!)

Annalisa: voto 4 – I sandali con allacciatura alla schiava sono sicuramente tra i trend modaioli del momento ma l’effetto salame è dietro l’angolo. E infatti, zac! I lacci rossi le fasciano un po’ troppo i polpacci e lasciano il piede decisamente troppo nudo per l’occasione (e il periodo). Non va meglio con il minidreess nero a blazer dalla scollatura ultra ampia (e infatti c’è stata la prevedibile “uscita di seno”). Bocciato anche il chocker nero a forma di rosa. Insomma, questo primo total look Blumarine male malissimo.

Coma Cose: voto 6 – Anche loro puntano sul rosso fuoco ma con stampa a fantasia damascata. Abito con corpetto costruito e ampia gonna lunga fino al polpaccio per lei, camicia en pendant e pantalone nero per lui. Tutto MSGM. Colpiscono ma non entusiasmano

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sanremo 2021, la Regione Liguria annuncia misure più severe per contenimento Covid: “La curva dei contagi è salita”

next
Articolo Successivo

Sanremo 2021, Cesare Cremonini “scatenato”: “Io il Festival lo guardo così” – Video

next