Gaia debutta sul palco del Teatro Ariston tra i Big in gara con “Cuore amaro”. Sull’onda della vittoria ad “Amici di Maria De Filippi”, il doppio disco di platino con “Chega”, il disco d’oro per “Coco Chanel” entrambi tratti dal disco d’oro “Nuova Genesi”, Gaia si presenta con un brano che è una summa di chi è oggi artisticamente. Il brano è musicato e scritto dalla stessa cantante con Orang3 (Daniele Dezi), Jacopo Ettorre e Giorgio Spedicato con la produzione di Machweo (Giorgio Spedicato) e Simon Says (Simone Privitera).

Ti esibisci all’Ariston senza pubblico davanti, un po’ come è già successo ad “Amici”…
Infatti non è una novità per me ma sono contenta perché ho possibilità di fare il Festival in un momento in cui abbiamo bisogno di ripartire piano piano, naturalmente con tutte le precauzioni del caso. Però il palco di Sanremo in questo momento va portato nelle case delle persone: la musica è stato troppo ferma quest’anno e l’ambiente dello spettacolo ha bisogno di vedere la luce puntata addosso anche perché è stata tosta. È vero che cantare senza pubblico mi farà provare una sensazione che ho già vissuto però cercherò di incanalare sempre di più l’energia per farla arrivare al pubblico a casa come unico flusso.

Cosa rappresenta per te “Cuore amaro”?
È una fotografia delle mie tante anime ed è un processo che sto intraprendendo dal punto di vista musicale: lasciare che la mia espressività sia fluida e libera e non abbia limitazioni. Cuore amaro dice ‘Ora ci vedo chiaro e mi tengo aperte tante porte perché non voglio essere statica’. Voglio affrontare la vita con il cuore amaro perché ci sono state tante cose belle ma anche cose che mi hanno destabilizzata e che mi hanno creato tanti casini e traumi. Ma non le ho viste come una sfiga ma come un input per riprendere un percorso e vederci chiaro. Non voglio ancorarmi all’idea di negatività a tutto quello che ci trascina verso il passato e non ci fa andare avanti. C’è una saudade speranzosa nel pezzo.

A quando il nuovo disco?
Entro il 2021 e raccoglierà le mie diverse anime. Ho tanti modi di vedere la vita e voglio celebrarlo con un folle viaggio musicale.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sanremo 2021, Willie Peyote a FqMagazine: “Canto la crisi dello spettacolo, Franceschini? Stupito Draghi lo abbia riconfermato”

next
Articolo Successivo

Sanremo 2021, le pagelle ai look della seconda serata: Elodie conquista la scena (9), Achille Lauro insolitamente sobrio – FOTO

next