Sono ore frenetiche per il Festival di Sanremo 2021, al via il 2 marzo prossimo. In questi giorni sia il direttore artistico e conduttore Amadeus che Fiorello sono rinchiusi al Teatro Ariston per le prove. “Avremo donne diverse ogni sera più altre punteggiature di altre donne che racconteranno cose importanti. – ha spiegato Amadeus – Ci sarà Matilda De Angelis, poi Elodie che farà una performance bellissima che sta preparando. Saranno 5 serate di grandissima musica, questa è la certezza che abbiamo: è un Sanremo storico, un Sanremo così in 71 anni non si è mai visto e speriamo non si veda mai più”.

Come ogni vigilia che si rispetti non mancano le polemiche. Non ultime quelle sulla scelta del nome della co-conduttrice della serata del venerdì: Barbara Palombelli, volto di Retequattro. “Non ho mai pensato di creare polemiche, dico delle cose che poi vengono enfatizzate. – ha continuato Amadeus – L’ultima delle polemiche è su Barbara Palombelli, che sarà con noi venerdì sera, Sanremo è di tutti e poi ho pensato ad una donna che ha tante ore di televisione credo che abbia un record di ore”.

Poi sono arrivate le ultime novità: “Ho una super sorpresa. Alla prima puntata del Festival ci sarà Loredana Bertè con alcuni dei suoi successi e il suo nuovo singolo ‘Figlia di’. Ci sarà anche Naomi Campbell. Non l’ho ancora incontrata, solo a distanza. Presenterà insieme a me la prima serata. E poi ci sarà il primo quadro di Achille Lauro e Ibrahimovic”.

Fiorello è già pronto per lo show: “Io sono arrivato oggi e la prima cosa che devi fare, a parte il tampone, è studiarti 75 pagine di protocollo, io sono arrivato a metà, preferisco aspettare il film! Lo scorso anno facemmo il collegamento poco prima del Festival e noi venivamo dalla festa di Tv Sorrisi e Canzoni. Siamo andati anche quest’anno alla festa, però quest’anno non c’erano né sorrisi né canzoni”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Che Tempo Che Fa sospeso, Fabio Fazio: “Mi devo operare”

next