di Lorenzo Giannotti

È da questa pagina virtuale che voglio fornire tutto l’appoggio e il sostegno necessario all’Elettore salviniano, a cui rivolgo le più sentite raccomandazioni: evitare gesti di autolesionismo! Il momento è indubbiamente critico e tremendo, ma non è così che risolvereste la situazione.

L’Elettore salviniano è stato catechizzato e formato con pochi, ma ben precisi, capisaldi che lo indirizzano – almeno fino a pochi giorni fa – come una bussola nella strada del leghismo: i porti chiusi, tutto l’anno con particolare attenzione alle stagioni di bel tempo; prima gli italiani, con principale riferimento a quelli del nord; e un sano e robusto antieuropeismo misto a una marcata disistima per gli euroburocrati che li accompagna fin dalla culla.

Ecco, proprio l’ultimo dogma ha subito un repentino e improvviso contrordine che, immagino, potrà generare non poco sgomento nell’animo dell’ultrà del Capitano.

Bei tempi quando Matteo si rivolgeva così rispettosamente al probabilmente futuro Presidente del Consiglio italiano: “Presidente Bce Draghi invita stati a cedere sovranità a Europa. Mavaffanbagno!”. Oppure: “Spiace che un italiano (Draghi, nda) sia complice di chi sta massacrando la nostra economia”. Ma anche grandi attestati di stima come questo: “I complici della Merkel, di Draghi e della Ue che ci sta affamando non potranno mai sedersi al tavolo con noi”.

Poi arrivò un giorno in cui l’ex numero uno della Bce fu incaricato di gestire la vagonata di miliardi che sta per piovere sull’Italia (provenienza Ue!), e allora, in un battibaleno, Matteo ritrova la “sintonia” con il “professor Draghi”. Macché sintonia, “totale condivisone”! No no, di più: “sensibilità comune”.

È con fraterna immedesimazione che capisco lo smarrimento dell’elettore salviniano, ancor di più dopo le dichiarazioni di Zingaretti sul proprio amato leader: “Ha dato ragione al Pd”. E poi, la botta definitiva dello scatenato numero uno del Carroccio: “Col Pd frequentazioni assidue d’ora in poi”.

Tutto si sarebbe potuto immaginare l’Elettore salviniano, ma di frequentarsi assiduamente con i “piddioti”, questo neanche il più masochista e perverso dei sostenitori del Capitano. Non amo che si infierisca così su elettori già allo strazio, per questo solidarizzo con l’Elettore salviniano vestito a lutto in questi amari giorni di confusione. Tranquilli: c’é pur sempre la Meloni.

Il blog Sostenitore ospita i post scritti dai lettori che hanno deciso di contribuire alla crescita de ilfattoquotidiano.it, sottoscrivendo l’abbonamento Sostenitore e diventando membri del Fatto social club. Tra i post inviati Peter Gomez e la redazione selezioneranno quelli ritenuti più interessanti. Questo blog nasce da un’idea dei lettori, continuate a renderlo il vostro spazio. Se vuoi partecipare sottoscrivi un abbonamento volontario. Potrai così anche seguire in diretta streaming la riunione di redazione, mandandoci in tempo reale suggerimenti, notizie e idee, sceglierai le inchieste che verranno realizzate dai nostri giornalisti e avrai accesso all’intero archivio cartaceo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Il lapsus di Lupi: “Abbiamo riconfermato al presidente incaricato Sgarbi…”. E il critico d’arte reagisce così – Video

next
Articolo Successivo

Governo Draghi, Unterberger si fa portavoce della questione di genere: “Spero che Salvini dopo europeista diventi anche femminista”

next