Continua il botta e risposta a distanza tra i membri della famiglia Zenga. La tensione è alle stelle dopo che Andrea Zenga, figlio dello storico portiere dell’Inter e della Nazionale Walter Zenga, ha scoperchiato per primo il “vaso di Pandora” del difficile rapporto con il padre parlandone pubblicamente nella casa del Grande Fratello Vip. Ora a intervenire sulla vicenda è suo fratello Nicolò il quale, in un’intervista al settimanale Oggi, ha gettato benzina sul fuoco.

“In 31 anni non sono mai riuscito a instaurare un rapporto con mio padre. Non è stato un papà, è stato un miraggio, una rincorsa costante…”, ha detto Nicolò Zenga. “Credo di sapere come si fa il padre. Mio padre mi ha dato un formidabile insegnamento ‘negativo’: io sarò il suo contrario”. Sulla questione è intervenuta anche Roberta Termali, la madre dei due ragazzi, che ha tentato di fare da moderatrice: “Da Osimo li portavo a Milano perché Walter, che li passava a prendere a casa dei miei genitori, li potesse vedere senza ‘scomodarsi’. Certo, a detta dei ragazzi, la qualità del tempo che passavano insieme non era eccezionale”, ha spiegato a Oggi. Al momento Andrea, nella casa del Grande Fratello Vip, non sa nulla delle parole del fratello e della madre: non resta che vedere se verrà informato nel corso della prossima puntata.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Rimane incastrata con la testa fuori dall’auto per raccogliere la carta di credito: muore sul colpo a 23 anni

next
Articolo Successivo

Amedeo Goria ha avuto un incidente d’auto assieme alla figlia Guenda: ecco cosa è successo

next