Organizzano il compleanno del gatto, si riuniscono per festeggiare e si ammalano di Covid-19. Non è tempo per scherzare, e infatti la storia, come racconta Rt.com arriva dal Cile, precisamente dalla regione Valparaiso. Il party, ovviamente clandestino, è stato messo in piedi per festeggiare l’ignaro animale domestico. Tutto questo mentre nel Paese le vittime sono arrivate a 7.594. “Ho pensato fosse uno scherzo quando ho saputo che 15 persone si erano infettate durante il compleanno di un gatto – ha raccontato a Radio Bio Bio il capo del Centro sanitario di Valparaíso, Francisco Álvarez – Lo abbiamo detto in ogni modo possibile: stare a casa, oppure se necessario incontrarsi prendere tutte le precauzioni necessarie”.

Memoriale Coronavirus

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Padre no-vax uccide il figlio di nove anni e poi si suicida: “Il governo ci vuole vaccinare per controllarci”

next
Articolo Successivo

“Misteriosa epidemia” a Pulla: almeno 30 persone ricoverate con epilessia, febbre, convulsioni e vertigini. Accertamenti in corso

next