Almeno trenta persone sono state ricoverate in un campo medico allestito d’emergenza nel villaggio di Pulla, nello stato dell’Andhra Pradesh, colpite dai sintomi di quella che le autorità locali citate dai quotidiano internazionali definiscono come un’epidemia misteriosa di cui non si conosce l’origine. I medici che li stanno trattando spiegano che tutti i pazienti soffrono di episodi di epilessia, febbre, convulsioni, vertigini e vomito. Le autorità del distretto hanno dichiarato ai media di avere avviato accertamenti sull’acqua, le fognature, la discarica e tutte le altre possibili forme di inquinamento nel villaggio, aggiungendo che al momento le cause non sono state individuate. L’episodio ricorda l’analogo “avvelenamento collettivo” che all’inizio dello scorso dicembre ha coinvolto oltre 500 persone nella città di Eluru, sempre in Andhra Pradesh. Dopo varie analisi, sono state identificate forti dosi di piombo e nickel nell’acqua potabile e nel latte

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Organizzano il compleanno del gatto: 15 positivi al covid-19

next
Articolo Successivo

Si fa dimettere dall’ospedale per paura di prendere il Covid: muore d’infarto tre giorni dopo. Aveva 27 anni

next