Decine di falsi positivi a causa di un problema tecnico allo strumento che processa i tamponi per il coronavirus. È successo domenica scorsa nel laboratorio di analisi dell’ospedale Parini di Aosta. A causa dell’errore, almeno una ventina di pazienti, già ricoverati, sono quindi stati trasferiti nei reparti Covid nella stessa serata. Solo lunedì mattina si è scoperta la loro negatività e ora si trovano isolati in altri reparti. I falsi positivi hanno portato ad un boom di contagiati e ricoverati segnalato nel bollettino Covid dell’Unità di crisi di lunedì.

Il guasto è stato provocato dallo spegnimento dello strumento che si è resettato e non è stato ritarato dai tecnici: quasi tutti i campioni sono così risultati positivi. Secondo quanto riportato nel bollettino, infatti, su 68 referti testati domenica scorsa 61 hanno dato esito positivo. Alcuni di questi appartengono a persone che erano ricoverate in vari reparti del Parini e che quindi sono state trasferite d’urgenza nei reparti Covid. Lunedì è stato rifatto a tutti il tampone che ha dato esito negativo e sono stati posti in quarantena in attesa di capire se hanno preso il virus durante la degenza nei reparti dedicati al coronavirus. Molte proteste si sono sollevate da parte dei pazienti stessi e dei parenti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Decreto Natale, il secondo giorno in zona arancione: cosa si può fare oggi 29 dicembre – Le regole da seguire

next
Articolo Successivo

Vaccino anti Covid, Aifa dà via libera a ottenere sei (e non cinque) dosi da ogni fiala Pfizer: così l’Italia ne avrà 32 milioni anziché 27

next