“Ho sentito chef stellati che si lamentano troppo. Sono stati anni ad accumulare, per merito e per bravura, ma non sono loro i rappresentanti della categoria che si devono lamentare”. A dirlo è l’attore Claudio Amendola che, ospite dell’ultima puntata di Cartabianca su Rai 3 , ha espresso il suo punto di vista sugli aiuti stanziati dal governo a sostegno delle categorie che hanno subito le perdite maggiori quest’anno a causa delle restrizioni anti-Covid, criticando duramente gli chef stellati che – soprattutto negli ultimi giorni – si sono lamentati per la chiusura imposta durante le festività natalizie. “I ristori erano dati in base a quanto uno fatturava durante l’anno. Se fatturi tutto, con quello che è il ristoro, bene o male ci salvi la stagione. Se fatturi il 40% il ristoro ce l’hai su quello. Certo, poi ci sono anche molti ristoratori che sono in difficoltà e che vanno aiutati”, ha concluso Amendola.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Carlo Conti con noi mercoledì 23 dicembre: “Affari Tuoi (Viva gli sposi!) e molto altro. Segui la diretta

next
Articolo Successivo

Lorenzini furibonda: “”Cag*a, stron*a, le faccio cadere tutte le maschere”

next