Furibondo. Non si può difinire in altro modo sentendo l’audio pubblicato dal tabloid The Sun. La voce, che stando al giornale è quella di Tom Cruise, è alterata. L’attore urla: “Stiamo creando migliaia di posti di lavoro figli di putt*na. Non voglio più vedere cose del genere, mai più. E se succede di nuovo siete licenziati, niente scuse“. Le sue parole sarebbero rivolte a due membri della troupe, seduti vicini al computer e quindi non nel rispetto del distanziamento fisico, che deve essere di almeno 2 metri: “Non voglio mai più vedere una cosa del genere”. Ancora, Cruise sottolinea di essere costretto a passare ogni “fottuta sera” al telefono per risolvere problemi e, sempre più arrabbiato tuona: “Dite alle persone che stanno perdendo le proprie case perché la nostra industria sta fallendo: non ci sarà cibo sulle loro tavole, non potranno pagare il college ai loro figli. Questo è quello con cui devo convivere ogni notte, il futuro della nostra industria“. Dove si trovava Cruise al momento dello sfogo? Negli studi della Warner Bros a Leavesden, vicino a Londra.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ecco cosa è accaduto quando il sangue di San Gennaro non si è sciolto

next
Articolo Successivo

MacKenzie Scott, l’ex moglie di Jeff Bezos dona 4,2 miliardi in beneficenza: “Il Covid arricchisce i ricchi a danno dei più poveri”

next