Il vesuvio che erutta coronavirus. Sta scatenando forti polemiche sui social questa grafica andata in onda domenica 29 novembre a Non è l’Arena su La7: la regia ha manato in onda questa immagine proprio mentre il conduttore Massimo Giletti stava parlando dell’emergenza Covid a Napoli. Immediate le reazioni su Twitter: “Solo da #Giletti in esclusiva lo schifo“, scrive qualcuno. E ancora: “Giletti – scrive un altro utente – in quella fogna di sua trasmissione fa vedere il Vesuvio che erutta Covid. Complimenti vivissimi al politico napoletano che oramai è ospite fisso! Mi chiedo come faccia a tollerare quell’immagine, considerando il suo ruolo nella città! Ma che disgusto!”; “#Giletti e il sano giornalismo equilibrato e privo di pregiudizi #NonelArena”, scrive un altro ancora; “Giletti ieri sera con grafica del Vesuvio che erutta Coronavirus. Non è la pena“.

Poi ancora: “Io sono disgustata da quest’uomo, ormai Napoli è la sua ossessione, oggi a Roma e in altre città italiane assembramenti dappertutto, ma il Vesuvio eruttare covid. Vergognati”; “Un #Vesuvio in eruzione ed i virus come meteoriti che colpiscono #Napoli. Ecco a voi il giornalismo leghista ed anti-meridionale di #Giletti”; “#Giletti che usa come sfondo l’immagine del Vesuvio che erutta Covid, per coerenza, alla prossima puntata dovrebbe mettere Alberto da Giussano a bordo di un B-29 mentre sgancia l’atomica sulla Lombardia”; “4 motivi per cui è sbagliata l’immagine del #Vesuvio: 1. È antimeridionale. (Un po’ incoerente con “prima gli italiani”.) 2. Il fenomeno non è localizzato a Napoli. 3. #Giletti non è un giornalista. 4. #NonelArena è solo uno strumento di propaganda leghista“.

Memoriale Coronavirus

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Capodanno con Signorini e il Grande Fratello Vip? L’ipotesi di Canale 5. Il successo di The Voice sconvolge il palinsesto Mediaset

next
Articolo Successivo

Domenica In, “aho, ma che fai, mi stacchi il telefono?”: Mara Venier sbotta in diretta con la madre di Alessandra Mussolini

next