“Una volta fatto il vaccino, darei una tessera che lo testimoni. Chi non vuole farselo non entra in: ristoranti, bar, cinema, teatri, stadio, negozi, autobus, taxi, treni, e tiene sempre la mascherina… poi vedi che lo fanno”. Così ha scritto Alessandro Gassmann in un post pubblicato su via Twitter: la sua proposta di introdurre limitazioni a chi non vuole vaccinarsi contro il Covid ha scatenato, neanche a dirlo, un acceso dibattito nei commenti al suo post, con molti che si sono detti d’accordo con lui ma tanti altri che, invece, l’hanno tacciato di dispotismo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Guendalina Tavassi e i video hot rubati: “Ecco come sono entrati nel mio cellulare”

next
Articolo Successivo

Gerry Scotti: “Così mi sono contagiato. Il momento peggiore? Il casco per la ventilazione”

next