Mio fratello è ricoverato a Vimercate ed è anche un grande cardiopatico. Fausto, il mio compagno, è sotto chemioterapia e ha anche il Covid. È asintomatico ma lo vedo stanco, provato. È a casa”. Le parole sono di Iva Zanicchi e arrivano dopo che lei stessa ha combattuto contro il covid-19. Raggiunta al telefono da Alessandra Menzani per Libero racconta: “All’inizio avevo male alle ossa, febbre. Il medico decide di curarmi a casa. Il saturimetro era buono, 95. Dopo due giorni mi viene un raffreddore da non respirare. Casualmente mi chiama questo ragazzo delle Iene, Alessandro Politi, per lavoro. Mi dice: ‘Ma Iva, non parli bene, vai all’ospedale a fare una Tac’. Insiste: ‘Sei come una mamma, ti ho fissato un appuntamento’. Mi ha salvato la vita“. La storia di Iva è quella di tanti e non nasconde di aver pensato, dopo la tac, scoperta una polmonite bilaterale, “io di qui non esco più“. “Non so cosa inculchino alla gente – continua a proposito dei “negazionisti”- Se tu hai patologie gravi, sa cosa fa questa bestia? Va a colpire lì. Io sono vecchia ma sana, porco cane, ma mi ha colpito in cose che avevo anni fa. Mangio male e allora mi sono venute fuori le transaminasi al fegato che non avevo”. I ringraziamenti all’ospedale di Vimercate, la volontà di donare il plasma e una certezza: “Bisogna provarlo, il Covid. Non fai un vaccino, ma ne fai dieci”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alba Parietti: “Ho desiderato Padre Georg, invasa da fantasie peccaminose. Cos’è successo quando l’ho incontrato”

next
Articolo Successivo

“Stai attento, alla tua età ci si può rimanere!”: Gianni Morandi racconta cosa è gli successo mentre correva

next