Quasi un minuto di percosse. Poi la perdita di sensi e la morte. Joao Alberto Silveira Freitas, 40 anni, nero di Porto Alegre, Brasile, è morto dopo essere stato brutalmente picchiato dai vigilanti di un Carrefour nella sua città. Pare che l’uomo avesse minacciato una commessa all’interno del negozio. A quel punto sarebbero intervenuti gli agenti della sicurezza che hanno continuato a picchiarlo anche mentre l’uomo era a terra. Freitas sarebbe morto in seguito alle percosse. Il video del pestaggio è stato diffuso sui social da qualcuno che ha ripreso la scena, nonostante le intimidazioni da parte dell’addetto alla sicurezza che tentava di far allontanare le persone.

Il Fatto Internazionale - Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Accordo di Dayton, una pace imperfetta che oggi rischia di offuscare la realtà storica sulla Ex-Jugoslavia

next
Articolo Successivo

Usa 2020, Trump coinvolge il Venezuela nelle accuse di brogli. Ma la verità è lontana anni luce

next