A una settimana dalla sua morte, la salma di Gigi Proietti è ancora ferma al cimitero Flaminio di Roma in attesa di essere cremata. Quella dell’attore non è l’unica in coda, anzi, sono decine i morti che ormai da settimane aspettano la cremazione a causa del sovraccarico delle camere mortuarie che ha gettato nel caos i cimiteri capitolini, dove è scoppiata l’emergenza. E così, il nome di Gigi Proietti non è ancora stato inserito nei registri del Flaminio con le cremazioni delle prossime ore e potrebbe passare addirittura un’altra settimana prima che l’attore possa essere sepolto al cimitero Acattolico di Testaccio.

A dare la notizia è Il Messaggero, spiegando che già alla fine di ottobre era stato reso noto che negli ultimi tre mesi i decessi a Roma sono aumentati notevolmente e solo a ottobre i morti sono stati 600 in più. Numeri, probabilmente legati anche all’emergenza sanitaria in corso, che hanno spinto Ama, l’azienda capitolina che gestisce i servizi cimiteriali, a correre ai ripari, perchè il trend rischia di rallentare le operazioni di cremazione dei defunti. La crescita, spiega l’azienda, “si connette direttamente alla domanda di cremazioni al cimitero Flaminio”. Per cui ha dato istruzioni via lettera alle agenzie funebri della Capitale per evitare “code nell’espletamento delle operazioni cimiteriali”.

“Come si può arrivare a questo?”, è tuonato Carlo Calenda “La cosa vergognosa – ha commentato Guido Crosetto in risposta al suo tweet – è che se non fosse accaduto ad una persona conosciuta, non lo avremmo nemmeno saputo. Dalle mie parti avrebbero cacciato già il sindaco da anni (di qualunque colore)”.

Intanto, il Tempio Mater di Castel Volturno, unico impianto crematorio della provincia di Caserta, si è offerto di cremare la salma di Gigi Proietti: “Dopo aver appreso della notizia delle difficoltà incontrate, con probabile slittamento di una settimana nella cremazione della salma di Gigi Proietti al cimitero Flaminio di Roma – spiega Emilio Liquori, amministratore dell’impianto ubicato nel nuovo cimitero di Castel Volturno – abbiamo deciso di offrire alla famiglia la nostra piena disponibilità ad effettuare gratuitamente la cremazione”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tesla, Elon Musk lancia la sua Tequila: 250 dollari per una bottiglia a saetta, è già sold out

next
Articolo Successivo

Angela da Mondello lancia la sua canzone “Non ce n’è” e i social si rivoltano: “Sei una vergogna, dillo a mio padre ricoverato che non esiste il Covid”

next