Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, dovrebbe “rimettersi i suoi pantaloni da ragazzo grande e ammettere la sconfitta”. Queste le parole di Jim Kenney, sindaco di Philadelphia, la più grande città della Pennsylvania, dove i funzionari continuano a contare i voti. “Deve riconoscere il fatto che ha perso e deve congratularsi con il vincitore. Proprio come hanno fatto Jimmy Carter, George H.W. Bush e Al Gore. Deve smetterla e lasciarci andare avanti come Paese”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Usa 2020, il discorso di Biden agli americani: “Lasciamoci alle spalle rabbia e demonizzazioni. È tempo di unirci come nazione”

next
Articolo Successivo

Biden è il nuovo presidente Usa, dai palazzi esplode la gioia degli americani: le immagini

next