Licenziato con un tweet con “effetto immediato” per aver smentito Donald Trump sui presunti brogli alle elezioni presidenziali del 3 novembre. È quello che è successo a Chris Krebs, direttore dell’agenzia nazionale per la Sicurezza informatica e le Infrastrutture di sicurezza degli Stati Uniti, che dipende dal Dipartimento di Sicurezza interna. Krebs ha rifiutato le contestazioni di frode elettorale – che Trump sta portando avanti senza prove – e ha sostenuto la regolarità delle elezioni, dichiarando che “sono le più sicure della storia“.

“Le recenti dichiarazioni di Chris Krebs sulla sicurezza delle elezioni del 2020 sono state molto imprecise, dal momento che ci sono state frodi e irregolarità su larga scala, compresi i voti di persone morte – ha scritto Trump in un tweet – Pertanto, con effetto immediato, Chris Krebs è stato sollevato dall’incarico di direttore della Cybersecurity and Infrastructure Security Agency (Cisa)”, ha twittato il presidente uscente.

Krebs ha rivendicato il suo operato, scrivendo un post su twitter con l’hashtag #Protect2020. “Onorato di servire il Paese – ha scritto – Abbiamo fatto bene: difendere oggi, assicurare domani”. Krebs, un volto molto stimato dell’amministrazione Trump, era stato nominato a capo della Cisa dallo stesso presidente nel 2018.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

TRUMP POWER

di Furio Colombo 12€ Acquista
Articolo Precedente

“Ha vinto perché le elezioni sono state truccate”, Trump twitta senza citare Joe Biden e poi si corregge: “Non concedo nulla”

next
Articolo Successivo

L’avvocato di Trump suda in conferenza stampa e gli cola la tinta per i capelli: imbarazzo per Rudy Giuliani

next