Le condizioni di Diego Maradona migliorano, ma resterà ricoverato in ospedale ancora qualche giorno. L’intervento per rimuovere l’edema cerebrale è andato bene, ma l’argentino dovrà restare in osservazione. “Per prima cosa vorrei dire che Diego sta bene. E anche la tomografia a cui è stato sottoposto è andata bene. Abbiamo perfino ballato”, ha detto Leopoldo Luque, neurologo e medico personale di Maradona, che lo ha seguito nell’operazione.

Maradona dovrà però restare in ospedale perché, come spiega Luque, “abbiamo anche notato nel processo di recupero post-operatorio alcuni episodi di confusione. Li abbiamo associati, in collaborazione con i medici della terapia, a un periodo di astinenza da farmaci”, ha aggiunto il dottore. Il piano è di seguire un trattamento che durerà qualche giorno, in modo da “ripulire” il corpo di Maradona dalle sostanze che assume da anni. “Crediamo sia la miglior cosa per Diego e per la sua salute”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, accessibile a tutti.
Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte con idee, testimonianze e partecipazione.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ti ricordi… Hans-Peter Müller, dall’orchestra di Casadei al derby dominato contro il Milan

next
Articolo Successivo

Roberto Mancini positivo al coronavirus. La Figc: “È del tutto asintomatico”

next