Non usa mezzi termini Bruno Vespa per esprimere il suo disappunto nei confronti dell’ultimo Dpcm approvato dal governo, quello che entrerà in vigore domani, venerdì 6 ottobre, istituendo lokdown mirati in diverse regioni d’Italia. “Se rispetto le norme perché non posso prendermi un aperitivo al sole di Napoli? A me questa storia che non bisogna uscire di casa non mi sta bene”, ha detto il conduttore ospite in studio a L’aria che tira di Myrta Merlino, su La7. “Sono molto attento a rispettare le norme ma molto attento a fare quel che si può fare. Non capisco per quale ragione al Gambrinus a Napoli, tenendo i tavoli con le distanze e all’aperto, uno non possa andare a prendersi l’aperitivo. Noi dobbiamo fare una vita normale, con tutte le cautele del caso”, conclude Bruno Vespa.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Tale e Quale Show, Carlo Conti è ricoverato in ospedale: ecco chi conduce al suo posto

next
Articolo Successivo

Gabriele Corsi si commuove a L’Assedio: “Mio suocero morto per il Covid, quando pensi che dietro i numeri ci sono persone cambia tutto”

next