“Nei rifinanziamenti complessivi tra decreto e legge di bilancio, ci sarà anche quello per 18 settimane di cassa integrazione. Sentiremo sindacati e parti sociali mercoledì prossimo, per confrontarci sulle misure e sul blocco dei licenziamenti. Quindi, entro circa una settimana, definiremo sia i decreti, sia la legge di bilancio”. Lo annuncia a Inblu Radio il ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Nunzia Catalfo, che fornisce dettagli sul decreto riguardante i ristori destinati alle categorie più colpite dall’ultimo dpcm: “Come avete visto, ci sono restrizioni su alcune attività, che però nel decreto Ristoro, in uscita nelle prossime ore, verranno tutelate con finanziamenti a fondo perduto e altre misure“.

Il ministro ribadisce la raccomandazione dell’utilizzo dello smart working per le attività private e dichiara che sarà previsto un innalzamento della quota dello stesso per il settore pubblico. E aggiunge: “Nel decreto Ristoro ci saranno gli indennizzi anche per i lavoratori stagionali che hanno avuto dalla pandemia un impatto negativo, e per i lavoratori del turismo e dello spettacolo. Ci sarà il rifinanziamento del Rem per una mensilità“.

Circa la proroga del blocco dei licenziamento, Catalfo osserva: “Sicuramente è una riflessione che stiamo facendo, proprio perché c’è un aumento del contagio e quindi alcune attività non stanno riaprendo. Stiamo agendo sia tutelando i lavoratori sia tutelando le imprese con vari interventi, che tendano a salvaguardare le attività produttive, gli stessi lavoratori e soprattutto le loro famiglie”.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, l’Alto Adige fa ancora da sé sulle restrizioni: ristoranti chiusi solo alle 22, cinema e teatri restano aperti

next
Articolo Successivo

Covid, la senatrice M5s Susy Matrisciano è positiva: “Ho febbre e dolori forti, sono in isolamento a casa”

next