In nove, tutti membri della stessa famiglia, sono morti a causa di una grave intossicazione alimentare. È quanto successo a Jixi, città della Cina nord-orientale, come riferisce l‘Independent: dalle indagini condotte dalla polizia locale, è stato accertato che la causa della tragedia sono stati alcuni noodles fatti in casa con farina di grano fermentato e conservati per oltre un anno nel congelatore. A causare l’intossicazione è stato l’acido di Bongkrek, una tossina rilasciata da un batterio che al momento non ha una cura e che può arrivare ad uccidere una persona nel giro di poche ore.

Un piatto tipico della cucina tradizionale cinese noto come suantangzi, che i nove avevano deciso di mangiare per colazione. Otto di loro sono morti dopo una settimana dal ricovero in ospedale, mentre l’ultima vittima, una donna di 47 anni, è deceduta due giorni fa, dopo 15 giorni di cure. Per tutti la diagnosi è stata la stessa: intossicazione alimentare grave.

Quanto accaduto ha scosso l’intera comunità locale, tanto che le autorità nazionali hanno chiesto ai cittadini di evitare di consumare cibi preparati in casa con farine fermentate: “Questi cibi non sono sicuri, possono contenere acidi e sostanze in grado di causare seri danni a vari organi, dal fegato ai reni, passando per il cuore ed il cervello”.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Marito e moglie di 80 anni separati per il Covid si rivedono dopo sei mesi: l’abbraccio tra Joseph ed Eve è commovente – Video

next
Articolo Successivo

Tassista investe una donna che fa jogging, la violenta e la uccide; poi si unisce ai soccorritori impegnati nelle sue ricerche

next