Visionario e già ricco di proposte. Il vulcanico Morgan non si ferma un momento da quando ha accettato la proposta di Vittorio Sgarbi per correre con la sua lista Rinascimento alla carica di sindaco di Milano. Il cantautore ha pubblicato sui social una foto con tutte le sue vittorie di “X Factor” (con gli Aram Quartet, Chiara Galiazzo, Marco Mengoni, Matteo Becucci e Michele Bravi) non a caso. “Se Berlusconi scende in campo come candidato sindaco per Milano – scrive Morgan – propongo di trasformare la campagna elettorale in talent show canoro classico, con tanto di assegnazioni e televoto. Bisogna però fare la squadra di giudici. Vincerà il miglior interprete, sceglierà veramente il pubblico, c’è il rischio che si entri in democrazia”.

Il diretto interessato però aveva già smentito i rumors che lo vedevano in corsa per le elezioni comunali. Lo staff del presidente di “Forza Italia” ha già fatto sapere che non è nelle intenzioni di Berlusconi, 84 anni, aspirare alla carica milanese. Nel frattempo Morgan inizia a delineare il suo programma: “Vorrei valorizzare la profondità culturale intendendo la cultura e l’istruzione la base sulla quale si fonda un’economia e non viceversa. Vorrei dare spazio a progetti di giovani ingegnosi e pieni di energia e creatività per togliere il grigiore deprimente. Vorrei ripristinare dove è possibile le via d’acqua di Leonardo e renderle luoghi belli, piacevoli, adatti a bambini, cittadini turisti e commercio. L’acqua, la storia, l’arte, la natura e la convivenza sociale un po’ meno sui social network e un po’ più nella realtà sociale. Non è un programma, sono dei sentimenti”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

B.COME BASTA!

di Marco Travaglio 14€ Acquista
Articolo Precedente

Ballando con le Stelle, “il marito di Alessandra Mussolini geloso di Maykel Fonts”?

next
Articolo Successivo

Covid, ‘idolo’ del fitness morto a 33 anni. Aveva detto: “È solo una banale influenza”

next