Le aspettative del ministro della Salute Roberto Speranza di “ricevere segnalazioni” da parte dei vicini per controllare e contrastare le feste in casa sono già diventate realtà. Ma la prima “delazione” non è andata come previsto. A sdoganare il nuovo ruolo di ‘sceriffo della porta accanto’ – come riporta La Stampa – è stato un uomo di Vinovo, in provincia di Torino, che ha chiamato i carabinieri sostenendo che un vicino stava facendo una festa in casa nonostante il dpcm del 13 ottobre “raccomandi fortemente” le cene private con più di 6 persone.

Ma quando i militari sono arrivati, secondo l’Ansa, hanno appurato che i rumori non venivano da un appartamento ma da un bar all’interno di un centro commerciale dove oltretutto tutto era in regola. Le persone sedute nel dehors erano distanziate e indossavano anche la mascherina.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Come evitare il sovraffollamento dei mezzi pubblici? “La soluzione non è aumentare l’offerta, ma ripensare gli orari delle attività che generano più traffico”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, tutti positivi nella Rsa di Sambuca di Sicilia: la struttura viene evacuata. Il video

next