Secondo il virogolo Massimo Galli, professore dell’ospedale Sacco di Milano, “sulla riapertura degli stadi” andava “mantenuta la cautela”. “Giusto programmare, ma non sono d’accordo con una riapertura immediata”, dice ai cronisti a margine di un evento. Ottimista invece sulle scuole, anche se, sottolinea “non tutte hanno ancora ripreso” l’attività didattica. Quel che è certo, spiega, è che “stiamo studiando per capire quanto e come si infettano i giovani” ma la riapertura “non deve coincidere con l’Apocalisse”. In generale, riguardo all’andamento dell’epidemia, Galli commenta: “Siamo messi molto meglio rispetto a Paesi a noi molto vicini che hanno una situazione decisamente peggiore”. Ma, ricorda: “Dobbiamo stare molto attenti, con le antenne molto dritte”.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Araba di m…” e giù botte: 13enne insultata e picchiata prima della festa di compleanno. “Vittima dei bulli razzisti da un anno”

next
Articolo Successivo

Verona, incendio nella casa di riposo: maxi-operazione di evacuazione di 100 tra ospiti e operatori: “Tutti salvi, quasi un miracolo”

next