Anche a Rai2 s’incazzano (sui social). È accaduto su Instagram in un post pubblicato proprio dalla seconda rete Rai. Il post era dedicato al lancio della partita di qualificazione agli Europei di calcio femminili della nazionale di calcio italiana contro la Bosnia. Match poi vinto delle Azzurre per 5 a 0. Tra i tanti commenti di incitamento alle ragazze di Milena Bartolini c’era invece un commento che dire misogino è un eufemismo: “Vadano a spazzare casa…il calcio non è roba da donne, e non lo sarà mai”. Parole che hanno fatto andare su tutte le furie i webmaster di Rai2 che hanno così prontamente risposto, uscendo dal solito aplomb degli account istituzionali.

“Gentile … Siamo sempre lieti che il nostro pubblico senta la necessità di interagire con noi ed esprimere le proprie opinioni sui social. Un mezzo tanto democratico, quanto coinvolgente”, è la risposta ufficiale dell’account Rai. “Spesso questo ci inorgoglisce e rende più bello il nostro lavoro. Ecco, non nel suo caso. A volte non è necessario esprimere il proprio pensiero, specie se offende persone o categorie di esse, distruggendo secoli di progresso raggiunto con fatica, il silenzio è davvero la gentilezza dell’universo. Buona giornata”. Alcune ore dopo sia il commento dell’utente, sia la risposta Rai sono stati cancellati dalla pagina Instagram anche se diversi utenti hanno salvato le tracce web del battibecco.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Grande Fratello Vip, le sconvolgenti confessioni notturne che “coinvolgono personaggi molto famosi”: chi è “Lucifero”? Esiste davvero una setta?

next
Articolo Successivo

Serena Grandi condannata per il fallimento del suo ristorante: aveva chiuso senza pagare i dipendenti

next