Tre piantagioni di marijuana sono state scoperte e sequestrate questa mattina nelle vicinanze del lago di Prunaghe, nel Comune di Sedilo (Oristano). I militari hanno trovato tre campi stracolmi di piante pronte per essere tagliate, e quindi essiccate, da immettere sul mercato dello spaccio di stupefacenti. I campi erano delimitati da una sorta di foto-trappole con fili a tensione elettrica alimentati da generatori, per tenere lontani eventuali animali che potessero rovinare la coltivazione. Le quasi 1300 piante, folte e di altezza compresa tra 1,50 e 1,80 metro, avrebbero prodotto almeno 600 chilogrammi di marijuana, per un valore sul mercato di alcuni milioni di euro.
L’operazione è nata dall’iniziativa di un carabiniere del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Cagliari che nel weekend, libero dal servizio, mentre passeggiava con il proprio cane vicino al lago di Prunaghe ha sentito il forte odore delle piante di marijuana e informato prontamente il proprio comando.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Migranti, la nave Alan Kurdi con 125 persone a bordo si dirige verso Marsiglia. “Nessuna indicazione in più di quattro giorni”

next