Nel giorno di uscita del videoclip del suo nuovo brano, “Ciao“, canzone malinconica e complessa, non certo dall'”acchiappo” facile, Cesare Cremonini decide di parlare di altro. E “altro” è il collega e amico Samuele Bersani. Un gesto non solito, e tantomeno scontato. “Recensione non richiesta. Samuele Bersani è un genio – scrive su Instagram – Abbiamo vissuto per anni a 10 metri di distanza a Bologna, tra i piccoli portici arancioni che ospitavano le nostre canzoni e carriere. Mi faceva sentire bene pensare che lì a due passi da me nascevano le sue. Mi ha detto un giorno che “io scrivo solo quando è il momento giusto per farlo”. Oggi è il momento giusto per ascoltarti Samu. Nasce con il nuovo singolo Harakiri il tuo nuovo progetto, che riporta tutte le cose al loro posto. Cinema Samuele, che titolo. Nel momento in cui i cinema sono ammaccati e dimenticati, le produzioni in crisi, quando gli algoritmi a cui ci siamo venduti decidono cosa dovremmo vedere domani sera, tu riapri le sale e in ognuna ci proietti una canzone. Ricordi che le canzoni sono immaginazione e senza immaginazione è impossibile capire gli altri. Una volta mi hai scritto “Sento le tue canzoni in un modo fortissimo”. Noi abbiamo bisogno che la tua musica ci parli come fa un amico, o un’amica. In bocca al lupo!“. E ovviamente Bersani ringrazia: “Mi emozionano le tue parole Cesare! Mi emoziona il tuo gesto, quello di un principe dall’animo gentile. Quei piccoli portici arancioni e silenziosi avevano dentro la nostra reciproca stima, di note e parole. Ti voglio bene!”. E oggi è uscito anche il videoclip del primo brano tratto da Cinema Samuele, Harakiri. Bentornato, Bersani.

Visualizza questo post su Instagram

#Recensione non richiesta. @samuelebersaniofficial è un genio. Abbiamo vissuto per anni a 10 metri di distanza a Bologna, tra i piccoli portici arancioni che ospitavano le nostre canzoni e carriere. Mi faceva sentire bene pensare che lì a due passi da me nascevano le sue. Mi ha detto un giorno che “io scrivo solo quando è il momento giusto per farlo”. Oggi è il momento giusto per ascoltarti Samu. Nasce con il nuovo singolo Harakiri il tuo nuovo progetto, che riporta tutte le cose al loro posto. #CinemaSamuele, che titolo. Nel momento in cui i cinema sono ammaccati e dimenticati, le produzioni in crisi, quando gli algoritmi a cui ci siamo venduti decidono cosa dovremmo vedere domani sera, tu riapri le sale e in ognuna ci proietti una canzone. Ricordi che le canzoni sono immaginazione e senza immaginazione è impossibile capire gli altri. Una volta mi hai scritto “Sento le tue canzoni in un modo fortissimo”. Noi abbiamo bisogno che la tua musica ci parli come fa un amico, o un’amica. In bocca al lupo!

Un post condiviso da cesarecremonini (@cesarecremonini) in data:

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Brad Pitt e Jennifer Aniston, la scena hot in streaming: “Sei così sexy”. Imbarazzo in diretta

next
Articolo Successivo

Linus rinnova e rilancia Radio Capital: “È sempre stata bellissima ma poche soddisfazioni in termini di numeri e fatturato. Ora si cambia”

next