Una maglia della Roma e una del Frosinone con il suo nome scritto sopra. Il numero 10, per la precisione. È l’omaggio che le due società hanno fatto alla famiglia di Willy Monteiro Duarte, il 21enne ucciso a calci e pugni a Colleferro, nella notte tra sabato 5 e domenica 6 settembre. I due rispettivi capitani, Lorenzo Pellegrini e Nicolò Brigheni, prima dell’inizio dell’amichevole che si è disputata mercoledì sera, hanno consegnato le due magliette autografate alla sorella del giovane, Milena.

Proprio a Willy, ha fatto sapere il club giallorosso, sarà dedicato il progetto “A scuola di tifo” nella stagione 2020-2021. “Nel dedicare il programma al tifoso giallorosso che ha perso la vita, il Club intende rafforzare ulteriormente le tematiche del rispetto reciproco e della tolleranza che ogni anno vengono trattate nelle scuole elementari, medie e superiori della Capitale”, si legge nella nota della società.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Due minorenni inglesi denunciano violenza sessuale di gruppo a una festa in provincia di Matera. La sindaca: “Chi sa parli”

next
Articolo Successivo

Omicidio Willy, l’audio della prima chiamata al 112: “Qui a Colleferro c’è un ragazzo che è stato menato. Venite subito, è urgente”

next