Un gigantesco incendio è divampato al porto di Beirut, dopo le devastanti esplosioni del 4 agosto scorso. Dai primi video circolati sui social si vedono alte colonne di fumo nero e fiamme che avvolgono i cieli sopra la capitale del Libano. Secondo le prime informazioni il rogo è scoppiato in un magazzino di stoccaggio per pneumatici e olio per motori. Si tratta, si legge sui media locali, del terzo incendio dal giorno della devastazione che ha distrutto gran parte della capitale. Spesse colonne di fumo nero sono visibili da diversi quartieri della capitale dove si è subito seminato il panico tra i libanesi ancora sotto shock per le esplosioni mortali che hanno traumatizzato la capitale cinque settimane fa.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bielorussia, Lukashenko: “Ve lo dico da uomo, non cedo il potere”. La dissidente Kolesnikova: “Minacciata di morte dal Kgb”

next
Articolo Successivo

Navalny, Cremlino: “Pronti a collaborare con la Germania”. Pestato suo sostenitore negli Urali

next