Iniziano oggi i test di ammissione alla facoltà di medicina dell’Università La Sapienza di Roma. Tutto si è svolto con regolarità nel rispetto delle norme di sicurezza: distanziamenti, mascherine obbligatorie e autocertificazione. Gli studenti sono stati scaglionati in vari gruppi per evitare assembramenti all’entrata. Tanta tensione tra gli studenti, tutti concordi nel concorso svolto in presenza. “Abbiamo rispettato tutte le norme previste per il Covid – spiega Giuseppe Familiari, presidente della commissione centrale – i ragazzi sono stati divisi in due scaglioni il primo è entrato alle 9 il secondo è entrato alle 10, tutte le procedure vanno completate entro le 11,30 e alle 12,00 inizia la prova”.

“E’ un una prova generale perché le aule vengono utilizzate secondo i criteri di distanziamento previsti dal ministero e dal comitato tecnico scientifico – ha spiegato poi il rettore Eugenio Gaudio -. Mi auguro vada bene e trovi la corresponsabilità da parte dei partecipanti che sono studenti adulti, qui siamo all’università non siamo alle scuole primarie o secondarie qui sono adulti e devono collaborare a mantenere quel clima di sicurezza di serietà fondamentale ad un test di Medicina“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, tassista arrestato con l’accusa di violenza sessuale su due clienti. I messaggi alla vittima: “Quando ci rivediamo?”

next
Articolo Successivo

A Bergamo i test di medicina nello spazio dell’ex Lazzaretto, il rettore: “La didattica a distanza da sola non basta, non solo per l’università”

next