Con il volto tumefatto e pieno di lividi, la modella e influencer Jasmine Cécilia ha trovato il coraggio per raccontare ai suoi 400mila followers delle violenze subite qualche giorno fa, quando si è rifiutata di lasciare che un uomo (amico di amici comuni) rimanesse a casa sua dopo una festa. “Non volevo che questa storia diventasse pubblica, ma sento come se avessi il bisogno di usare la mia piattaforma per diffondere la consapevolezza sugli abusi”, sono state le sue prime parole dopo due giorni di ricovero in ospedale. Sui social Jasmine ha anche condiviso gli orribili scatti dell’aggressione dell’uomo che l’ha colpita con pugni e calci procurandole il naso rotto, una commozione cerebrale e un occhio nero.

Arriviamo allo spaventoso racconto dell’influencer. “Alla fine della festa volevo che tutti se ne andassero a casa, ma c’era una persona che non voleva andarsene perché voleva dormire a casa mia. Stava già dormendo sul divano quando l’ho svegliato e gli ho detto che doveva andarsene. Ha agito in maniera confusa e, invece di tornare a casa, è andato dritto in camera mia chiudendo a chiave la porta. Volevo chiamare la polizia ma il mio telefono era nella stanza con lui. Io ho iniziato a spaventarmi, continuavo a dirgli che doveva andarsene. Dopodiché lui ha aperto la porta ed è andato nel mio soggiorno: io ho iniziato a gridargli che volevo davvero che se ne andasse”. Qui sono iniziate le violenze: “Mi ha preso a pugni in faccia più volte, ho subito sentito che avevo il naso rotto e che non potevo fare nulla per proteggermi. Ha continuato a prendermi a pugni anche quando sono caduta a terra, mentre ero sdraiata a terra continuava a colpirmi e a prendermi a calci su tutto il corpo. Ero così spaventata, il sangue mi colava dalla faccia”.

Solo grazie all’intervento dei vicini, che hanno chiamato i soccorsi, Jasmine è riuscita a salvarsi. “Mi sento così fortunata: questa storia sarebbe potuta finire molto peggio. Volevo prendermi una pausa dai social, ma non lascio che questa persona rovini la mia vita sociale e privata”. L’uomo, nel frattempo, è già stato liberato: “La polizia lo ha portato in prigione dove è stato per 5-6 ore”, ha raccontato la ragazza.

Visualizza questo post su Instagram

Ok so first of all I wanted to keep this a secret and don’t post it at all. But I feel like I need to use my platform to spread awareness about abusement. It all started as a little stupid after party at my place. At the end of the party I wanted everyone to go home but there was one person (I saw him once because we have mutual friends) that didn’t wanted to go home because he wanted to sleep at my place. He was sleeping on the couch so I woke him up and told him that he needed to leave. He acted confused and instead of going home he went straight to my bedroom and locked the door. I wanted to call the police but my phone was in the room with him. I was getting scared because he was still at my place so I kept telling him that he needed to leave. He openend the door and went to my living room again, I started to yell at him that I really wanted him to leave. Then he lost his shit and punched me in the face multiple times, I immediately felt that my nose was broken and couldn’t do anything to protect myself. He kept punching me als I fell on the ground, as I was laying on the ground he kept hitting and kicking me all over my body. I was so scared when all the blood was dripping of my face and at that point I crawled to my apartment hall where I asked my neighbours to call the police. The guy came and sat there with me in the hallway and told me it was my own fault because I wanted him to leave. The police and people from the hospital came and took me to the hospital. The police took him to jail where he was in for 5-6h and is free now. I was in the hospital for 2 days, my nose is broken, I have a concussion and my eye is fucked. I feel like shit but still so lucky because this could end up much worse. I wanted to take a break from social media but I’m not letting this person ruin my social and private life. So I’m still living my life and I’m in a lot of pain but I’m trying to keep doing what I was doing. Karma will get him and I’ll take further steps for justice. And I want to tell EVERYONE that we need to stand together and be strong. Love you guys. ???? PLEASE KEEP SPREADING AWARENESS ABOUT THIS BECAUSE I DON’T WANT OTHER PEOPLE TO GO THROUGH THE SAME THING.

Un post condiviso da Yasmine Cécilia (@yasminepierards) in data:

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nadia Toffa, la mamma Margherita: “È sepolta in un luogo segreto, temiamo ce la portino via come Mike Bongiorno”

next
Articolo Successivo

Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez, “lite furiosa in discoteca”: ecco cos’è successo

next