“La doppia preferenza di genere danneggia il sesso femminile“. È la premessa del senatore ed ex ministro alle Riforme, Roberto Calderoli, della Lega, che in un ragionamento che ha del surreale prova a “smontare”, secondo le sue intenzioni, la doppia preferenza di genere (adottata per decreto in Puglia nei giorni scorsi). “Il maschio“, sostiene Calderoli, “è più infedele della donna. Così si accoppia con 4-5 rappresentanti del gentilsesso. Il risultato è che si porta dietro i voti di quattro o cinque signore a differenza della donna”. Nell’imbarazzo generale di Palazzo Madama, il presidente di turno Ignazio La Russa, di Fratelli d’Italia, ha provato a interromperlo: “Concluda senatore… perché vedo che si avventurava…”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Senato, il ministro della Salute Speranza riferisce sul nuovo Dpcm. Segui la diretta dall’Aula

next
Articolo Successivo

Legge elettorale, il Pd preme per accelerare. Di Maio: “Per M5s nessun problema”. Il no a un appoggio di Fi: “Maggioranza troverà intesa”

next