Stazione di Bologna, 2 agosto 1980. Sono le 10.25 quando un boato squarcia l’aria. È l’atto terroristico più grave del dopoguerra: 85 morti e 200 feriti. A 40 anni da quel giorno, da quella valigetta zeppa di esplosivo fatta deflagrare nella sala d’aspetto di seconda classe, ci sono una verità giudiziaria e condanne definitive per gli esecutori materiali dell’attentato e per chi ha depistato le indagini. Ma un punto resta ancora oscuro: i mandanti dell’attentato non sono mai stati individuati con certezza e i parenti delle vittime chiedono ancora giustizia. Parte da qui lo speciale Bologna, la storia di una strage, in onda su Sky Tg24 venerdì 31 luglio alle 21 (in replica sabato 1° agosto alle 14.30 e domenica 2 agosto alle 21) e disponibile on demand. Un approfondimento che ripercorre la tragica vicenda e i successivi 40 anni di indagini, sentenze, depistaggi, riflessioni storiche e politiche sull’Italia degli anni di piombo, le trame del terrorismo italiano e internazionale, con le testimonianze dei sopravvissuti, dei soccorritori, dei protagonisti e il contributo in studio di ospiti ed esperti. Un racconto per chi ha vissuto quegli anni e per le nuove generazioni, per comprender cosa quell’attentato ha rappresentato per la storia recente del nostro Paese.

Condotto da Marco Congiu e curato da Omar Schillaci, Max Giannantoni e Paolo Volterra, lo speciale è introdotto da una toccante copertina che ripercorre l’ultimo minuto prima dell’esplosione, con la voce narrante dell’attore Francesco Montanari e vede la partecipazione di Valerio Cutonilli, avvocato e autore de “I segreti di Bologna”, Ferruccio De Bortoli, editorialista del Corriere della Sera e dei giornalisti e scrittori Giovanni Fasanella e Stefania Limiti, che si sono occupati a lungo della strage, collegati all’interno di uno studio dalla scenografia immersiva . Durante l’approfondimento saranno proposte anche alcune interviste di Francesca Smacchia ad Agide Melloni, l’autista del bus che il giorno della strage trasporto con il suo mezzo le salme delle vittime all’obitorio, Sonia Zanotti, sopravvissuta alla strage, che l’ha costretta a 13 anni di interventi e ricoveri, Luigi Ciavardini, condannato in via definitiva per l’attentato e minorenne all’epoca della strage, e Cinzia Venturoli, professoressa dell’Università di Bologna. Lo speciale Bologna, la storia di una strage sarà disponibile anche sul sito SkyTg24.it, con contenuti e approfondimenti dedicati sul tema.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Andrea Vianello e la rinascita dopo l’ictus, il Cda Rai lo nomina all’unanimità direttore di RaiNews: “Ci metterò tutta la passione che ho”

next
Articolo Successivo

Open Arms, l’errore del Tg2 sull’autorizzazione a procedere: “Colpo di scena, Salvini non andrà a processo”. Poi la rettifica

next