Errore in diretta tv per il Tg2 delle 18,15. Subito dopo la votazione al Senato sull’autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini per la vicenda Open Arms, la giornalista in collegamento annuncia l’esito: “Non è passata. Sembrava un voto scontato, e invece no. Salvini non andrà a processo, è un colpo di scena”. Ma è uno sbaglio. Il Senato, infatti, con 149 voti per il sì e 141 contrari ha in realtà rimandato il procedimento alla Procura di Palermo che dovrà chiedere il rinvio a giudizio del leader della Lega. Il Tg2 ha poi inviato una nota per scusarsi dell’errore: “Abbiamo erroneamente detto che con il voto l’autorizzazione a procedere non sarebbe stata concessa, mentre il Senato ha autorizzato il processo al senatore Salvini”. “È stato un grave errore di interpretazione del risultato, che abbiamo corretto qualche minuto dopo con un vivo del conduttore. Ci scusiamo comunque – conclude la direzione del Tg2 – per aver indotto in errore i nostri ascoltatori”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

“Bologna, la storia di una strage”: su Sky lo speciale sulle indagini e i punti ancora oscuri a 40 anni dall’attentato

next
Articolo Successivo

Temptation Island, “ti amo ma mi fai schifo”: gran finale con Antonella Elia

next