Il Covid-19 è un tema di cui molti artisti sia italiani che internazionali scelgono di parlare pubblicamente. Se nel nostro Paese hanno fatto discutere le parole del tenore Andrea Bocelli, durante una audizione in Senato (“umiliato e offeso dal lockdown”), negli Stati Uniti Madonna è stata censurata addirittura da Instagram. La popstar ha condiviso un video della dottoressa Stella Immanuel, laureata in Nigeria e che esercita a Houston, mentre difende l’uso dell’idrossiclorochina con la quale sostiene di aver curato centinaia di pazienti malati di Covid-19: “Nessuno deve ammalarsi. Il virus ha una cura”. Parole che suonano pericolose per la comunità scientifica, impegnata da mesi alla ricerca di un vaccino valido.

“La verità ci renderà tutti liberi – ha scritto Madonna su Instagram -, ma alcune persone non vogliono sentire la verità. Specialmente le persone al potere che traggono profitto da questa lunga ricerca di un vaccino che, è stato dimostrato, è disponibile da mesi. Vogliono che la paura li controlli e lasciare che i ricchi diventino più ricchi e che i poveri e i malati si ammalino. Questa donna è la mia eroina. Grazie Stella Immanuel”. Instagram ha prontamente rimosso il video e il post perché contenevano “informazioni false sul virus”. La politica del social è restrittiva e molto attenta affinché la comunità virtuale sia informata, ma nel modo giusto. Anche il presidente americano Trump e il figlio hanno condiviso il video della controversa dottoressa che crede nel sangue alieno, nello sperma del diavolo e che i problemi ginecologici non sono altro che il frutto di sogni e fantasie con i propri demoni. Insomma non proprio un esempio per il mondo scientifico e la comunità.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Meghan e Harry e la causa per “attentato alla vita privata” del piccolo Archie (che non è mai uscito di casa)

next
Articolo Successivo

La Notte della Taranta bloccata dal Covid-19, saltano 19 tappe ma il Concertone finale di Melpignano si svolgerà a porte chiuse

next