“Abbiamo ottenuto un grande risultato con la trattativa sul Recovery Fund, abbiamo oltre 200 miliardi di euro da spendere, che significa dire che comuni, regioni e Stato devono essere in grado di far funzionare il meccanismo di spesa”, così il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ospite del Villaggio Rousseau per la due giorni online Le olimpiadi delle idee. “La mia idea ribelle – continua – è dirci ‘se oggi la struttura normativa non è in grado di spendere questi soldi, mettiamola in discussione’. Dobbiamo abolire un po’ di leggi, cominciamo ad abolire tutte le leggi che saranno nemiche della capacità dello Stato di spendere il Recovery Fund”. E sul perché prima l’Italia non aveva peso nei tavoli europei prima dell’ultimo vertice, sottolinea: “L’Europa è cambiata. Il Recovery Fund è figlio di tanti fattori, sicuramente il fatto che l’Italia ha saputo negoziare con la grande volontà di creare un piano ambizioso – e ringrazio Conte, Enzo Amendola e il corpo diplomatico – ma è figlio anche di una svolta della Germania”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista