“Bisogna invertire la rotta, approfittare del fatto che adesso abbiamo i mezzi per poterlo fare, se non lo facciamo siamo finiti”. Così l’ex premier, Romano Prodi, in un’intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000, commentando l’accordo sul Recovery Fund. Il problema, ha spiegato, è “andare avanti”, cioè “approfittare di queste grosse decisioni”. “Ci sono delle risorse, o noi le utilizziamo bene oppure siamo definitivamente fuori dal giro, perché in questi ultimi 10 anni abbiamo marciato a marcia indietro e non a marcia avanti”, ha aggiunto. “È un cambiamento totale – ha proseguito Prodi parlando della politica in Unione europea alla luce del nuovo Recovery Fund – perché l’ Euro era stato lasciato solo e non c’era alcuna solidarietà che avvicinasse i paesi a una politica comune. Qui è cominciata una politica comune, ed è un passaggio molto importante”. Il merito, ha spiegato, è anche della Brexit: “Se la Gran Bretagna fosse ancora dentro mai vi sarebbe stata questa solidarietà. Intendiamoci, l’uscita della Gran Bretagna non è una bella cosa, ma sotto l’ aspetto di costruire la politica comune è stata decisiva”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, l’ultima uscita di De Luca: “‘Milano non si ferma’, ‘Bergamo non si ferma’. Poi si sono fermati a contare le migliaia di morti”

next
Articolo Successivo

Governo, verso richiesta di scostamento di Bilancio da 25 miliardi: fondi per cassa integrazione, rientro a scuola e tagli alle tasse

next