“Stanno cercando i soldi in Russia e in Svizzera da tre anni e non troveranno una lira né in Russia né in Svizzera. Questa inchiesta farà la stessa fine”. Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini parlando a margine di un presidio contro il degrado a Milano al Mercato comunale coperto di via Isernia, nel quartiere Qt8, rispondendo a una domanda sull’inchiesta della procura di Milano nata attorno alla compravendita di un immobile a Cormano, nel Milanese, da parte della Lombardia Film Commission, e che vede indagati anche tre commercialisti vicini alla Lega.

“Non c’entrano assolutamente niente i fondi della Lega”, ha proseguito Salvini, ribadendo che “non ho il piacere di conoscere” Luca Sostegni, la persona indagata e fermata la settimana scorsa nell’ambito dell’inchiesta, e di essere “assolutamente” tranquillo sulle dichiarazioni fatte da Sostegni di fronte agli inquirenti perché “la Lega non c’entra nulla”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Recovery fund, Salvini: “Indegno vedere ministri con cappello in mano. Contro l’Italia tutti governi di Centrosinistra”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Sportiello (M5s) si commuove in Aula: “Giornata vittime necessaria contro il negazionismo”

next