Per le autorità e gli agricoltori si tratta di un fenomeno inedito, che mette a rischio “la produzione di alimenti, ortaggi, legumi e frutta, e il cibo per il bestiame“. Dal 10 luglio la zona di Las Cruces, nel dipartimento guatemalteco di Petén, è stata colpita da un’invasione senza precedenti di cavallette, che ha messo in allarme anche il vicino El Salvador, dove il presidente Nayib Bukele ha chiesto ai tecnici governativi di approntare rapidamente un piano nel caso le cavallette attaccassero il territorio salvadoregno. Un fenomeno che a fine giugno ha toccato anche l’Argentina, devastando e decimando le colture e minacciando le scorte di cibo.

Gli agricoltori guatemaltechi non sanno come affrontare il fenomeno e chiedono quindi un intervento immediato al presidente Alejandro Giammattei. Al quotidiano Prensa Libre hanno spiegato che si tratta di un’invasione di “molte decine di migliaia di cavallette centroamericane che dal 10 luglio si sono manifestate nelle piantagioni di grano e nelle zone dedicate al pascolo del bestiame”, e Osman Montepeque, presidente della ‘Cooperativa agricola integral Las Cruces RL‘, ha assicurato che si tratta di un evento mai visto “contro il quale non sappiamo assolutamente come muoverci per ridurre danni che possono essere enormi“.

L’invasione ha posto in allarme anche il presidente salvadoregno Bukele. “Questa piaga – ha scritto su twitter – sta bussando alla nostra porta. Ho bisogno di un progetto per bloccarla, domani, a fine giornata, qui sulla mia scrivania”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Donald Trump, la sua popolarità resta una domanda aperta

next
Articolo Successivo

Egitto, morto di Covid il giornalista Mohamed Mounir. La figlia: “Lo ha contratto in carcere”, lo stesso in cui è rinchiuso Zaki

next