Chi sono i Paperon de’ Paperoni di Instagram? Una classifica stilata dall’agenzia di marketing Hopper HQ ha messo in fila i più pagati e i numeri sono da capogiro. Al primo posto svetta Dwayne Johnson, l’ex wrestler e oggi attore famoso come “The Rock”. Su Instagram è seguito da 188 milioni di followers e, stime alla mano, ogni suo post varrebbe un milione di dollari (circa 890mila euro). Secondo gradino del podio per Kylie Jenner: l’imprenditrice digitale a soli 22 anni riesce a guadagnare la modica cifra di 986mila dollari (876mila euro) per ogni post promosso su Instagram. Un anno fa, quando dominava la classifica, secondo le stime ne guadagnava un milione e 266mila dollari. Medaglia di bronzo per il numero 7 della Juventus: Cristiano Ronaldo. Per pubblicizzare un prodotto sul suo profilo servono circa 889mila dollari (790mila euro). Quarto posto per la più famosa delle Kardashian: Kim, con 858mila dollari per post.

La classifica continua con le superstar della musica internazionale, come (in ordine) Ariana Grande, Selena Gomez, Beyonce, Justin Bieber, Taylor Swift. Per trovare la prima italiana in classifica – chi se non lei – bisogna scorrere fino al 65esimo posto: Chiara Ferragni guadagnerebbe circa 59mila dollari per ogni post sponsorizzato, circa 52mila euro. All’84esimo posto c’è anche suo marito, il rapper Fedez, che si “accontenta” (si fa per dire) di 31mila dollari per post. Più su, al 71esimo posto, c’è anche Gianluca Vacchi: per finire nel suo profilo servono 47mila dollari per post.

Fuori dalla top 100 troviamo anche altri due italiani, il fashion blogger e imprenditore Mariano Di Vaio (105esimo posto con 17mila dollari) e Giulia De Lellis (114esimo posto con 14mila dollari).

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Riccardo Scamarcio: “Racconto il malcostume dell’infedeltà maschile. Io cerco di evitare il tema”

next
Articolo Successivo

Temptation Island, Antonella Elia show: “Sto già facendo pipì, che godimento!”. Poi parla dell’ex fidanzato

next