Cominciano a emergere nuovi dettagli sulla morte dei due gemelli di 12 anni uccisi dal padre Mario Bressi nella notte tra venerdì e sabato scorso a Margno, in Valsassina. L’autopsia eseguita nel pomeriggio sul corpo di Elena ha rivelato che la bambina è stata uccisa per strangolamento, a mani nude.

Il pm Andrea Figoni e il procuratore Antonio Chiappani hanno assegnato l’incarico all’anatomopatologo Paolo Tricomi, coordinatore degli esami autoptici che andranno avanti anche domani con quelli di Diego e di Mario Bressi. L’uomo, che dai primi accertamenti medico legali risulterebbe aver strozzato anche il figlio, dopo il duplice omicidio si è tolto la vita buttandosi dal Ponte della Vittoria. Nel caso due bambini gli accertamenti riguardano l’ossoide, per capire se si sia trattato di strangolamento (in questo caso presenta una frattura) o soffocamento. Inoltre si dovrà accertare se a distanza di tre giorni siano o meno comparsi segni di pressione sui corpi dei ragazzini: dettaglio che permetterà di capire se sono stati immobilizzati.

Intanto vanno avanti le indagini anche sui pc sequestrati a Bressi, per capire se si sia trattato di un gesto premeditato, ipotesi al momento non confermata. Investigatori e inquirenti dovrebbero passare in rassegna le mail in entrata e uscita dalle caselle di posta elettronica. Intanto domani sera, nella chiesetta di Santa Caterina, che si trova nei boschi di località Bagnala, ci sarà una veglia per pregare per Elena e Diego e per la loro mamma Daniela.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Parma, settantenne ucciso a martellate dal vicino di casa. “Litigavano per un muretto divisorio tra le proprietà”

next
Articolo Successivo

Il vicino protesta per i rumori, lui lo accoltella a morte: arrestato attore, fu protagonista di un docu-film presentato alla Berlinale 2020

next