Ho paura del giudizio sociale“. Per questo motivo Marco non esce più di casa da otto anni. Fa parte della categoria dei cosiddetti “hikikomori“, termine giapponese che indica chi decide di isolarsi dal mondo e trascorrere la propria vita unicamente tra le mura della propria abitazione, con internet come unico tramite con la realtà esterna. È stato lui stesso a raccontare la sua storia intervenendo in collegamento a Mattino Cinque.

Una dermatite acuta, e la “superficialità da parte dei genitori nell’affrontarla” sono le ragioni per cui ha deciso di abbandonare la vita sociale. Una decisione che è nata già nel periodo dell’adolescenza e che poi ha attuato nel corso degli anni. Alla trasmissione di Canale 5, il giovane si è detto convinto della sua scelta di isolamento e ha spiegato che il computer è diventato il suo strumento più importante che gli permette di lavorare, di trascorrere le sue giornate e anche di avere contatti, seppur virtuali, con altre persone.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ischia, delfino giunge a riva in agonia: muore tra le braccia dei bagnanti, aveva gravi ferite sul muso

next
Articolo Successivo

Diego Armando Maradona, lo strano balletto che preoccupa i fan: si abbassa i pantaloni mostrandosi nudo, poi non riesce a parlare

next